Creare una comunità insieme

Giovedì 20 Aprile, presso la sede del centro sociale “Il Giardino”, le realtà del territorio che hanno preso parte ai diversi momenti del percorso si sono confrontate direttamente con l’Amministrazione.

In apertura, l’assessora, Ottavia Meazzini, ha ribadito la priorità di consolidare nel lungo periodo la rete tra le varie realtà e il Comune per “creare una comunità insieme”.

Il percorso ha consentito fino ad oggi di condividere una visione di comunità, di far emergere priorità di intervento, di raccogliere punti di vista e di dar loro un’unica cornice: in questa chiave, comunità vuol dire anche saper uscire dai confini delle singole realtà associative e lavorare insieme, per mettere in rete gli strumenti, le risorse, le competenze e per integrare gli obiettivi.

Si è aperta, poi,  la presentazione delle proposte elaborate per capire, innanzitutto, nel confronto con l’Amministrazione quali strumenti e progetti sono già presenti e attivi sul territorio. Cristina Bonechi, responsabile dell’Ufficio Partecipazione, ha sottolineato che la coprogettazione è uno strumento fondamentale e che la ricchezza del tessuto associativo locale è la ricchezza stessa della comunità ma come, al tempo stesso, sia importante “partire dai contenitori che esistono già e svilupparli”, coordinandosi al meglio, per non disperdere idee e per dare valore aggiunto alle proposte. In primo luogo, ad esempio, dotandosi di un calendario condiviso e di appuntamenti fissi con le associazioni, come occasioni importanti per sperimentare la collaborazione, migliorando la comunicazione alla città, perché anche “dare visibilità alle attività organizzate dal Comune e dalle associazioni significa fare comunità”.

I partecipanti hanno, poi, descritto i tre ambiti di attività, emersi dagli incontri precedenti, individuando una sorta di tavoli di lavoro:

  • “Comunità nelle scuole”, con azioni focalizzate su laboratori didattici per presentare alle scuole un unico programma di offerta formativa sul concetto di comunità, lavorando sull’inclusione come valore, anche da un punto di vista religioso.
  • “Comunità e inclusione sociale”, con il consolidamento della rete associativa per ampliare l’offerta di servizi gratuiti, valorizzando le esperienze positive e migliorando l’informazione sui servizi ma anche integrando sportelli e attività già esistenti con nuova offerta (“restoring family”, inserimento di persone diversamente abili nel mondo del lavoro, lotta allo spreco e recupero materiali informatici).
  • “Comunità integrata, con percorsi di narrazione e di documentazione a supporto di processi di integrazione sul territorio. In particolare, è stata posta all’attenzione l’iniziativa di alcuni cittadini della frazione di Poggio alla Croce, che accoglierà a breve un gruppo di richiedenti asilo, di creare un blog (https://poggioallacroce.wordpress.com). Nel contesto della Comunità al centro, l’appello di Poggio alla croce “Noi abbiamo bisogno di voi!” ha un doppio significato: da una parte, coprogettare proposte per aiutare a percepire questi nuovi arrivi nella comunità come una risorsa (ad esempio, con una mappatura delle loro competenze) e collaborare con l’Amministrazione per quanto concerne gli aspetti formativi e burocratici; dall’altra, una vera e propria richiesta di sostegno e collaborazione alle realtà già attive e competenti sul territorio.

Il prossimo appuntamento sarà quello con le iniziative in piazza di sabato 6 maggio.

L’ultimo momento di coprogettazione sulle attività dei tre tavoli individuati sarà, invece, previsto per il 16 maggio, dalle 18 alle 20, presso la sede di Figline del Consiglio comunale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...